Ebook-commerce: io e Simplicissimus

Ok essere riservati, ma quando ogni persona che incontro mi chiede cosa faccio adesso, forse significa che è venuta l’ora di scrivere qualcosa anche qua: da qualche mese ho deciso di lasciare la mia ultima esperienza a tempo pieno in azienda (direttore comunicazione online e offline in Altromercato) per dedicarmi a un progetto di startup personale — per così dire.

— ah, fai il consulente? —

— Uh, no, veramente non mi sento un consulente

— e allora cosa sei? —

— Mi piace definirmi un part-time temporary online manager —

— Part time? Temporary? —

— Sì, riflettendo sulle mie esperienze in azienda e in agenzia, ho capito che manca spesso uno strato intermedio connettivo nella maggior parte delle aziende, che sta tra chi dirige l’azienda o il marketing o la comunicazione o l’organizzazione, e chi al di fuori realizza strumenti, tattiche, applicazioni, community, siti di e-commerce ecc. ecc. Manca qualcuno dentro che mantenga il digitale allineato e integrato con la strategia aziendale. Nonostante la buona volontà, spesso lo strumento viene abbandonato dopo poco tempo, in mancanza di risorse focalizzate. E la maggior parte delle aziende non può avere una struttura interna specializzata (per ragioni di convenienza, risorse, massa critica, esigenze di formazione). —

— Ma perché part-time? Perché temporary? —

— Perché in questo modo posso suddividere il mio costo tra più aziende (“social commerce di me stesso”) e anche rifertilizzarmi (come i contadini cambiano il raccolto ogni anno, per non impoverire la terra). —

La prima fetta è stata acquistata da Antonio Tombolini, che da anni osservo da vicino con la Simplicissimus Book Farm, nei cui confronti percepisco una karmica coincidenza —  visione del business, idee rivoluzionarie, cose così.

Pioniere dell’ebook store, SBF è salpata molto tempo prima delle corazzate attuali, quando nessuno davvero ci credeva, e dalla sua ha quindi la conoscenza di anni di navigazione in territori sconosciuti ai più. Il mio compito sarà quello di timoniere per l’e-commerce e addetto alle mappe strategiche. Fateci un grande in-bocca-al-lupo — e leggete cosa ne pensa Antonio qui.

Argomenti simili

strategia per vendere online

Gianluca Diegoli on sabtwitterGianluca Diegoli on sablinkedin
Gianluca Diegoli
Sono un bocconiano sfuggito alle società di consulenza, con un'esperienza ventennale di management dei canali digitali.
Il mio lavoro è supportare il management come consulente indipendente e manager temporaneo su e-commerce, digitalizzazione del marketing e del retail. Ho lavorato per Coop, Ducati, Barilla, Tiscali, Altromercato, Cirio, Telenor, CRIF e altre aziende ed enti.
Ho scritto Mobile Marketing per Hoepli, Vendere Online per Sole 24 Ore e Social Commerce per Apogeo, e altri.
Ho fondato Digital Update assieme ad Alessandra Farabegoli, che organizza corsi sulla comunicazione digitale.
Insegno e-commerce all'Università IULM di Milano.
Questo inserimento è stato pubblicato in strategia digitale, strategie di e-commerce e il tag . Metti un segnalibro su permalink. Sia i commenti che i trackback sono chiusi.

17 Commenti

  1. Pubblicato il 1 febbraio 2011 alle 9:21 AM | Permalink

    Grande, in bocca al lupo!!

  2. Pubblicato il 1 febbraio 2011 alle 9:28 AM | Permalink

    Tombolini+Diegoli=grandi cose

  3. luca de fino
    Pubblicato il 1 febbraio 2011 alle 9:32 AM | Permalink

    amico mio,
    sei sempre un passo avanti…
    e alimenti i miei tormenti:-): http://en.wikipedia.org/wiki/Agency_(philosophy)

  4. Pubblicato il 1 febbraio 2011 alle 9:38 AM | Permalink

    Mi aggrego alla lista dei ben-auguranti “grande in bocca al lupo”!

  5. Pubblicato il 1 febbraio 2011 alle 9:50 AM | Permalink

    un accoppiata micidiale! Sto alla finestra a guardare con molta attenzione. In bocca al lupo ad entrambi.

  6. Pubblicato il 1 febbraio 2011 alle 10:22 AM | Permalink

    in bocca al lupo! PS: mi sa che ti seguo nell’esperienza, se vuoi ne parleremo :)

  7. ilpiac
    Pubblicato il 1 febbraio 2011 alle 10:50 AM | Permalink

    Decisamente & sentitamente nonchè – consentimelo :) – qualunquemente: In bocca la lupo!

  8. Pubblicato il 1 febbraio 2011 alle 11:34 AM | Permalink

    In bocca al lupo!

  9. Cecce67
    Pubblicato il 1 febbraio 2011 alle 11:48 AM | Permalink

    In bocca al lupo e godi forte: fare quello che ti pare non ha assolutamente prezzo.

  10. sav.
    Pubblicato il 1 febbraio 2011 alle 11:59 AM | Permalink

    In bocca al lupo!

  11. Pubblicato il 1 febbraio 2011 alle 1:00 PM | Permalink

    La metafora della rifertilizzazione è molto bella e molto vera. In bocca al lupo per questo nuovo incarico! :)

  12. Pubblicato il 1 febbraio 2011 alle 1:25 PM | Permalink

    In bocca al lupo anche da parte mia :)

  13. Pubblicato il 1 febbraio 2011 alle 5:34 PM | Permalink

    Finalmente si capisce qualcosina in più! Che in effetti questo “silenzio” sul tema non si capiva (e come al solito l’hai mirabilmente rappresentato nel post).
    In bocca al…ma che sto a dire…? Tu e Tombolini insieme non ne avete bisogno… :-)

    daniele

  14. Pubblicato il 1 febbraio 2011 alle 5:52 PM | Permalink

    come sempre grande invidia, in bocca al lupo… ;-)

  15. Pubblicato il 1 febbraio 2011 alle 11:16 PM | Permalink

    Ne vederemo delle belle :-) in bocca al lupo!!!

  16. Alessio Gianni
    Pubblicato il 2 febbraio 2011 alle 1:38 AM | Permalink

    In book al loop!

  17. Pubblicato il 5 maggio 2011 alle 7:10 AM | Permalink

    I bow down humbly in the presence of such greantses.

2 Trackback