web analytics

Il marketing insegnato (d)ai negozianti – i concessionari auto

[blackbirdpie url="https://twitter.com/pedroelrey/status/41423798666272768"]

Due anni fa avevo stilato una matrice mechinseiana sulle varie tipologie di concessionari auto. Vedo che la situazione, dal tweet di Pierluca, non è cambiata molto.

Nonostante le mie buone esperienze con i concessionari Volvo, con persone sempre abbastanza efficienti e gentili, credo che le possibilità di miglioramento siano ancora tante. Per esempio:

  1. Quando un cliente porta un’auto al tagliando, perché non dargli per qualche ora una macchina sostitutiva di nuovo/altro modello? Male che vada, sarà contento e gli rimarrà in mente. Nella media, ne parlerà ai suoi amici su Facebook, sul forum dedicato alla marca e offline. Nella migliore delle ipotesi, ti imbatti in un influencer (online o offline). Costa troppo? Troppo rischioso? Ok, fate pure lo spot nella triste TV locale che nessuno vede, con tanti auguri.
  2. Le sale d’aspetto sono spesso tristi e lasciate al caso. Ragazzi, caffè gratis e wifi, poltrone comode, e subito: due ore di contatto totale, e voi le sprecate così, con giornali vecchi, sedie di seconda mano scartate dagli uffici? Salvo poi spendere mille euro al mese per giornalini locali che la gente butta nel cestino direttamente dalla cassetta della posta.
  3. Le procedure di ingaggio devono essere chiare! No, non engagement, quello è chiedere troppo. Ma ingaggio in senso militare: anche a me è capitato di rimanere quindici o più minuti senza che nessuno mi degnasse di un saluto, piantato imbarazzantemente in un angolo del salone o dell’officina. Ehi! Sono qui per voi! Sono venuto di mia spontanea volontà per voi! Sono pronto a spendere soldi! Non avete speso un euro di Adwords per trascinarmi qui! E adesso, niente, non esisto. Se non riuscite a salutare e a chiedere i bisogni ai vostri clienti in tempo reale, dovreste cambiare mestiere almeno mettere un bottone rosso grosso così con scritto “Ho bisogno di qualcuno!” e a fianco il tempo che mi devo aspettare per essere ascoltato.

Questo articolo è stato pubblicato in negozianti. Bookmark the link permanente. I commenti ed i trackbacks sono attualmente chiusi.
  • Sei iscritto alla blogletter? I post della settimana, sorprese e tutte le avventure dei negozianti. Recapitata ogni venerdì alle 9.