Sono assente, ma ho la giustificazione

Il campo della protezione civile di San Felice Sul Panaro, su cui meritatamente sventola la bandiera dei volontari di Trento

Solo per tranquillizzare quelli che leggono solo il blog e non i vari Twitter/Facebook: sì, sto bene, sono in giro tra casa/casa (che sta bene pure lei, ma abbiamo ancora timori a entrarci), casa/Cervia, e nuove destinazioni rifugio la prossima settimana, in collina.

Non ho voglia di scrivere di marketing, di social, di web, tutto mi sembra così vacuo di fronte alla tragedia del terremoto che è successa alle persone e alle aziende della mia zona (quella che va da Carpi a Ferrara, per capirci).

Sto prendendo però appunti, e un giorno “avrò una lunga storia da raccontare” come diceva l’agente Cooper in TwinPeaks. Per il momento scrivo solo tre cose, al volo.

Ora sto lavorando come “volontario digitale” sul sito dell’emergenza del mio comune che ho messo su in due ore in accordo con il vicesindaco: un bel caso di “good enough strategy”, di social dal basso, di cose virali belle e brutte, che racconterò nella lunga storia di cui sopra.

(Update: qualcuno mi ha chiesto di raccontarla a voce, Lettera43, La Stampa, Inkiostro a RadioCittàFujiko di Bologna con un podcast, che trovate qui di seguito)

Ricordatevi la teoria dei mille veri fan, un giorno vi sarà utile.

Il Freelance camp si fa: perché è in Romagna, perché ci sembra un bel segnale, perché contrariamente al giornalismo del dramma, l’Emilia non è distrutta, anzi. Ha bisogno di aiuto per le attività economiche, ma soprattutto di velocità, di snellezza nelle procedure, di aiuti dalle banche per ripartire con le produzioni il prima possibile.

Per il momento è tutto, state bene.

[update: anzi no, visto che la vita continua e che a Bologna è tutto ok, il Digital Update del 26 si fa, e anzi c’è ancora posto, qui]

Argomenti simili

cosa penso delle banche | facebook | idee gratis di marketing | le mie teorie | media e informazione online | strategia sui social media

Questo inserimento è stato pubblicato in idee di marketing e il tag , , , , , . Metti un segnalibro su permalink. Sia i commenti che i trackback sono chiusi.

4 Commenti

  1. Pubblicato il 5 giugno 2012 alle 10:53 AM | Permalink

    in bocca al lupo veramente.

  2. Pubblicato il 5 giugno 2012 alle 11:13 AM | Permalink

    Per noi che facciamo questo lavoro, c’è cosa più bella del fare il “volontario digitale”?
    Kudos

  3. Pubblicato il 6 giugno 2012 alle 10:38 AM | Permalink

    Forza! siamo con voi.

  4. Pubblicato il 6 giugno 2012 alle 2:18 PM | Permalink

    forza GLuca

4 Trackback

  • […] Gianluca Diegoli, esperto di marketing online e social media, e residente a San Felice sul Panaro sarà l'ospite di oggi a Impronte digitali, su radiocittafujko stasera alle 19. Domani il podcast. […]

  • Di Il Terremoto delle Notizie | Il Giornalaio il 6 giugno 2012 alle 7:30 AM

    […] qualificata ed all’affidabilità, preferisco guardare al lato positivo, alla solidarietà, ai volontari digitali [e ovviamente a quelli sul campo] ed agli esempi virtuosi di collaborazione che si sono […]

  • Di Imu & social… sociale :-) | dilieto.net il 10 giugno 2012 alle 11:01 AM

    […] Imu & social… sociale :-) Posted on 10 giugno 2012 by dla “Ora sto lavorando come “volontario digitale” sul sito dell’emergenza del mio comune che ho mes…” […]

  • Di La resilienza del freelance | FreelanceCamp 2012 il 11 giugno 2012 alle 10:10 AM

    […] mezzo ci si è messo pure il terremoto, che nelle settimane scorse ha dato una bella scossa soprattutto alla vita di Gianluca, e di riflesso anche alla nostra: e a un certo punto ci siamo […]