Fabbriche abbandonate di televendite: Amerika Star, Monika Sport, ecc.

2014-08-22 18.47.22
Era da tempo che per Abandoned Factories volevo fotografare ma soprattutto scavare e raccontare la storia della Televendita Valley, quantomeno perché è (era) ubicata vicino a casa mia, in un luogo che di innovativo nell’ambito dei servizi aveva e ha poco o nulla. Ci avevo anche fatto un post, ai tempi, quando ancora il business funzionava abbastanza bene. Rileggendolo in realtà c’è ancora tanta saggezza commerciale dentro, insinuata in quei glutei ballonzolanti e quegli urli che sparavano fuori controllo il volume del televisore.

Quali le cause del decesso? Io credo che, oltre a naturalmente a probabili errori imprenditoriali, alcune cause di scenario abbiano sicuramente creato le condizioni per la fine:

  1. progressiva evaporazione del fattore novità della televendita, aumento della concorrenza, oltre a un fattore reputazionale del settore sempre peggiore
  2. costi di produzione degli aggeggi sempre meno sostenibili
  3. concorrenza dell’online, esaurimento del “bacino anziano” teledipendente
  4. la possibilità di verificare e di avere recensioni sulla bontà dei prodotti
  5. presenza nella grande distribuzione degli stessi prodotti a prezzi migliori
  6. progressivo calo nelle audience delle tv private

Qui sotto la storia completa.

Argomenti simili

idee gratis di marketing

Gianluca Diegoli on sablinkedinGianluca Diegoli on sabtwitter
Gianluca Diegoli
E-commerce & Marketing Manager at
Sopravvissuto alla Bocconi, nato davanti alla TV ma con un'esperienza ventennale di management nel marketing digitale.
Il mio lavoro quotidiano è pensare strategia e organizzazione su e-commerce, marketing, omnichannel.
Ho lavorato - tra gli altri - per Coop, Ducati, Barilla, Tiscali, Altromercato, Cirio, Henry Cottons, LVMH, Telenor, CRIF, PMI, agenzie e startup.
Ho scritto Mobile Marketing per Hoepli, Vendere Online per Sole 24 Ore e Social Commerce per Apogeo, e altri.
Ho fondato Digital Update con Alessandra Farabegoli: formazione per un mondo digitale.
Insegno e-commerce all'Università IULM di Milano.
Questo inserimento è stato pubblicato in idee di marketing e il tag . Metti un segnalibro su permalink. Sia i commenti che i trackback sono chiusi.

3 Commenti

  1. Pubblicato il 7 settembre 2014 alle 4:28 PM | Permalink

    La botta finale penso l’abbia data lo sbarco di QVC e cloni sul digitale terrestre

  2. Pubblicato il 8 settembre 2014 alle 8:07 AM | Permalink

    Non fanno più televendite ma mi risulta che l’azienda sia ancora in vita e sempre nel settore del fitness, se non vi sono stati cambiamenti recenti che posso ignorare.

  3. maurizio rapisardi
    Pubblicato il 30 settembre 2014 alle 4:06 PM | Permalink

    La caduta e’ generata dal fatto che il titolare signor GOLINELLI e’ deceduto, era il miglior personaggio di questo mondo delle Vendite Televise…Peccato se ne sia andato cosi’ prematuramente…Amen