I miei libri

Social Commerce, modelli di ecommerce attorno al cliente” è un libro che analizza l’innovazione e ai nuovi modelli di business nell’ecommerce anche attraverso i social media. È un libro molto pratico, da cui poter portare a casa nuove idee per evitare di rifare l’ennesimo shop online uguale a tutti gli altri.

Vendere Online” un manuale per la vendita online e l’e-commerce, rivolto a imprenditori e manager, ma anche a studenti e a chi si avvicina al commercio elettronico, che ho scritto per Il Sole 24 Ore.

Social media marketing. Strategie e tecniche per aziende B2B e B2C è un libro che riprende e aggiorna le tematiche del precedente, ma inserendo la social strategy in un contesto più ampio di “digital for business”: ho scritto il capitolo sulla strategia digitale della PMI.

Social Media Marketing – Manuale di Comunicazione Aziendale 2.0, in cui ho scritto il capitolo sulla reputazione online, sulla gestione delle crisi sui social media e sul ruolo degli influencer, è un libro sulla strategia digitale e i suoi strumenti, a 360 gradi.

Viaggi in Rete (Franco Angeli, curato da Roberta Milano e Mario Gerosa) contiene un mio capitolo sulle opportunità, i rischi e gli strumenti della comunicazione digitale e dei social media per lo sviluppo degli operatori del settore turistico, corredato di casi aziendali di successo (e insuccesso).

Comunicazione Liberata (edito da Brioschi Editore, e curato da Luca Cian) contiene un mio capitolo sui problemi e le opportunità nascenti dal contatto (e dallo scontro) tra le strutture interne all’azienda e le community esterne, che ne sfidano continuamente la leadership. Il sottotitolo del libro è bellissimo: “Scusate per la momentanea sensazione di libertà, continuate pure a guardare la televisione”.

2 Commenti

  1. Mauro Rosadini
    Pubblicato il 20 gennaio 2016 alle 12:52 AM | Permalink

    innanzitutto non è una trappola, te lo giuro! Ciao Gianluca!
    Ho appena letto il tuo articolo sulla boFrost e ho visto le reazioni che hai scatenato (che gusto). Sono un ex dipendente licenziato ”per giusta causa” in quanto la mattina OSAVO arrivare in ritardo sull’orario di ingresso fissato per le 9 (già orario controllato sempre e solo dall’orologio del responsabile…) comunque le 12 ore che mi facevo tutti i giorni, con 8 retribuite in busta paga, non bastavano per rimettere 10 minuti di ritardo!!! Straordinari? Magari!!! Andrei in giro in Ferrari, ho calcolato in 5 anni circa 30000 euro di mancate entrate!!! Ne avrei tante, troppe da dirti se vuoi possiamo sentirci o chattare volentieri sempre se ancora ti interessa l’argomento. Sono stato dentro alla ditta 8 anni e qualcosa penso di sapere. Salute, a risentirci se vuoi! Scusa ma non riuscivo ad inviarti una mail direttamente dalla pagina di riferimento, sono un po’ ignorante nell’uso della tecnologia! Ciao ancora!

    • Gianluca Diegoli
      Pubblicato il 2 febbraio 2016 alle 11:26 AM | Permalink

      grazie Mauro. mi spiace per la tua disavventura, in bocca al lupo :)

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà mai pubblicato o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

Puoi usare questi tag e attributi HTML <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*
*