Pusher “esperti di marketing”

Non chiedetemi come sono arrivato fino a Libero News, comunque sia questo quotidiano riporta spesso notizie succose sul ‘marketing’.

Questi pusher per esempio applicavano di sicuro strategie di experiential marketing. E’ strano che l’articolista non abbia riportato di come i clienti fossero poi incitati a condividere l’esperienza su Facebook (“I like it!”) oppure a condividere la posizione del pusher preferito su Foursquare (con tanto di tips e di mayor, e di sconti per coloro con molti check in).

Vuoi i nuovi post ogni venerdì alle 9?

Altro sull’argomento

Un template per la strategia digitale

[Due podcast] Chi era Porter e perché dovrei saperlo | Non sopra/sottovalutare la UX

Lo screenshot è il cookie del futuro

Pubblicato da

Gianluca Diegoli

Nato davanti alla TV ma con un'esperienza ventennale di management su digital marketing, ecommerce e comunicazione online per le maggiori aziende italiane. Ho creato il progetto di formazione Digital Update con Alessandra Farabegoli e insegno digital marketing all'Università IULM di Milano. Ho scritto Mobile Marketing per Hoepli, Vendere Online per Sole 24 Ore, Social Commerce per Apogeo, e 91 Discutibili Tesi per me stesso.

2 thoughts on “Pusher “esperti di marketing””

  1. Ciao a tutti!
    Questo dimostra che le migliori competenze non si trovino su manuali e non si acquisiscano soltanto con titoli scolastici… sono dentro le persone che poi scelgono il campo nel quale applicarle! In questo caso la scelta è completamente estranea alla legalità e al senso civile.

    A presto!

    Francesco, Qore di Style

I commenti sono chiusi.