Non abbiamo inventato niente – “Invia a un amico”

Se ogni proloco locale pagasse ai turisti le cartoline e i francobolli necessari per condividere con i propri amici quanto fantastiche siano le loro vacanze, invece che spendere milionate di soldi in testimonial inutili e (in alternativa o) spot vintage, magari mettendoci già sopra URL, social vari ed email per prenotazioni e informazioni varie, prestampate (anche QR code e codice a barre, se proprio non potete farne a meno). E, da quando ci sono, selezionando un po’ meglio le cartoline che si mandano in giro. Sarebbe finalmente realtà il famoso marketing virale. Nel mondo fisico.

(PS: questa teoria fa il paio ideale con quella secondo cui, tra un paio di anni, i giornali dovranno pagare i baristi per mettere i quotidiani sui tavolini, ma è altra storia per altro post)

Vuoi i nuovi post ogni venerdì alle 9?

Altro sull’argomento

Content è ciò che doni – e qualche altra idea sul content marketing nel 2018

10 cose di marketing che ho notato a Parigi

Piccoli shop, grandi idee: il social commerce che non ti aspetti

Pubblicato da

Gianluca Diegoli

Nato davanti alla TV ma con un'esperienza ventennale di management su digital marketing, ecommerce e comunicazione online per le maggiori aziende italiane. Ho creato il progetto di formazione Digital Update con Alessandra Farabegoli e insegno digital marketing all'Università IULM di Milano. Ho scritto Mobile Marketing per Hoepli, Vendere Online per Sole 24 Ore, Social Commerce per Apogeo, e 91 Discutibili Tesi per me stesso.

12 thoughts on “Non abbiamo inventato niente – “Invia a un amico””

  1. Vedo difficile il discorso “distribuzione”… I francobolli sono “valori bollati” non si possono regalare (ci sarebbero persone con necessità di inviare 1000 cartoline al giorno)…

    Mentre lo stesso potrebbe valere per gli alberghi… e sarebbe più facile da gestire… Un tot di cart0line per ogni camera…

    Una cartolina ben progettata, potrebbe rendere meglio di un commento su TripAdvisor…

  2. Pagasse.

    Secondo me è “Se ogni proloco locale pagasse…” :-)

    cmq, molto interessante il post.. come sempre, direi.

    1. anche secondo me :) Nella revisione precedente del post la frase era costruita in modo diverso, accidenti.

  3. Nel frattempo il Carlino sta lavorando per togliere i giornali dai bar e far vendere ai baristi stessi un buono (costo 2 euro, valore 2 euro) per prendere caffè al bar e giornale all’edicola.

    La miglior scelta per perdere tiratura (i baristi cambieranno giornale) e lettori.

    (Resta incomprensibile il concetto del buono che vale 2 euro e costa 2 euro, dove sta il vantaggio per il cliente del bar?)

  4. Si sono d’accordo, interessante (anche la notizia sull'”ideona” di marketing del Carlino, btw:-)concordo!)… ma per favore Gianluca se posso fare la pedante anche io;-)) posso chiederti di correggere l’anacoluto iniziale (rimane in sospeso la frase, ma poi non c’è nemmeno il punto esclamativo: del tipo “se solo…!”) e il verbo al condizionale (anzichè al congiuntivo)? Non so ma per me rileggerla è doloroso e fa proprio a pugni col tuo pensiero e con lo stile di questo bel blog ;-) Grazie (ok, ok, lo so…dalla “maestrina con la penna rossa” ;-))

  5. Penso sia possibile fare delle cartoline preaffrancate valide sul territorio nazionale.

    Anche il semplice regalare delle belle cartoline potrebbe funzionare allo stesso modo.

    Bella idea!

  6. (IMHO) questo è un altro tassello per tutti quelli che continuano a vedere web e “reale” come due mondi separati…in realtà molto di quello che viene venduto dal marketing (sempre lui) come una soluzione digitale che cambierà la nostra vita reale, non è altro che un “adattamento” del primo ad una esigenza che già si manifesta nel secondo. E’ la comunicazione a guidare l’uomo e non viceversa (Luhmann). era così con l’arrivo della mail..dell’sms…e del pollicione del like …quando si parla degli amori sul web e della crisi dei valori ricordo sempre che c’era un tempo in cui ci si sposava per corrispondenza http://it.wikipedia.org/wiki/Bello,_onesto,_emigrato_Australia_sposerebbe_compaesana_illibata .

  7. per il lancio dei quotidiani locali “l’informazione” hanno regalato abbonamenti al quotidiano a tutti i bar, locali e punti di ritrovo delle città coinvolte nel lancio.

    finita la promozione, visto che i bar non rinnovavano gli abbonamenti, hanno dovuto continuare a regalarglielo.

  8. L’idea potrebbe funzionare, il difficile è l’attuazione visto che la forma mentis di molte persone non vuole cambiare ne vuole testare nuovi e più incisivi metodi di comunicazione.
    Forse sta a noi del “web” divulgare sempre più queste utili informazioni, magari prima o poi qualcuno cercherà di cambiare le cose.
    Nel frattempo ti faccio i complimenti per l’ottimo spunto.

I commenti sono chiusi.