Foto di @cimny

Sui feed RSS — e come continuare a leggere questo blog

ADDIO RSS?

Nei giorni scorsi Google ha annunciato che chiuderà Reader (se stai pensando “cos’è” questo articolo lo puoi tranquillamente ignorare), il principale strumento per leggere contenuti attraverso RSS. La maggior parte dei nostalgici di “quando il web era puro, non inquinato da algoritmi di rilevanza posseduti da terzi a scopo commerciale ecc. ecc.” l’ha presa male: o come la fine di un’epoca o come la dimostrazione di quanto Google è diventato azienda (ma va’) o di quanto big G sbagli a chiudere servizi con un piccolo seguito attivo per dedicarsi a quelli con un grande seguito inattivo, eccetera eccetera. Io credo che tutto questo sia nelle cose. Ci ritorno alla fine.

CHI LI USA?

Questo blog ha circa 10.000 iscritti via RSS, la stragrande maggioranza via Google Reader, dice Feedburner (altro cadavere di casa Google). L’RSS porta il 5% delle visite, che mi stupisce, perché nessuno ha bisogno di venire qui per leggere, visto che i miei RSS sono sempre stati completi. E poi che mi frega del traffico? Mica vendo banner. Più interessante è stato vedere quanti leggono nel 2013 i feed: Feedburner dice che circa il 15% degli iscritti in media legge i post via RSS. Insomma, più della percentuale di reach tra i follower su Twitter e all’incirca quella di Facebook.

Ma mi interessa di più perché li usano: il motivo è — credo — il non voler delegare la lettura di quello che scrivo o al caso (come chi mi segue su Twitter) o all’EdgeRank (su Facebook). Vogliono decidere se “segnare tutto come letto” oppure no, cosa leggere e cosa no.

Per questo il 15% sono (siete) 1.500 persone (vere di sicuro, che di questi tempi) a cui tengo particolarmente (vi amo, davvero), anche se il feed non mi dice chi siete (dai, per una volta, commenta qui sotto, se esisti davvero, lettore da feed).

COSA FARE?

Vorrei darvi due consigli per lasciare Google alla sua strategia mainstream e continuare a leggere senza intermediari:

1) usate l’email: da un bel po’ raggruppo i post della settimana in una cosa che ho chiamato il Venerdì di [mini]marketing, immancabilmente spedita alle nove di mattina, ma solo se ho scritto davvero qualcosa. Sennò non arriva nulla, suspense! : ) Qui il modulo per iscriversi

2) se vi scocciate a usare l’email, iscrivetevi a Feedly, utilizzando il login di Google Reader: ha annunciato che manterrà le vostre sottoscrizioni anche dopo la morte (di GR), e farà da hub per mostrare quello che si è letto da altri client (che era l’unica funzione utile di Reader, per il resto un coso dal look davvero brutto e deprimente). L’interfaccia di Feedly è (secondo me) molto bella, integrata con i socialmedia qualsiasi, con una app sia iOS che Android, ma se la volete brutta come quella di GReader si può fare.

3) da iOS usare Reeder: ci ha promesso che continuerà a vivere. Io mi fido, e per me è un’interfaccia ineguagliabile, da iPhone e iPad.

MA PERCHÈ GOOGLE CI FA QUESTO?

Ogni buona azienda si concentra su quello che porta business. Che nel caso di Google si chiama INFORMAZIONI sfruttabili commercialmente, ancor prima che spazi in cui inserire advertising. Gli RSS forniscono, a chi li gestisce, davvero poche informazioni e ancor meno spazi pubblicitari (o comunque spazi rivolti a persone che li usano proprio per NON vederli). Immaginate l’imbarazzo di quelli di Feedburner. La purezza è stata la condanna.

L’RSS è inoltre uno strumento di minoranza. Uno strumento business-to-business usato da chi è davvero interessato a un’informazione, insomma, una stra-nicchia. Come ogni nicchia-rimasta-nicchia non interessa (più) ai big, ma questo non significa che non abbia per nessuno un valore economicamente sfruttabile.

Non tutti hanno lo stesso modello di business, sia lato piattaforme che lato contenuti: credo che i blogger e i giornali intelligenti capiranno che questo mezzo, sia pur numericamente minoritario, di tenere incollati lettori molto particolari e spesso molto interessati, ha un senso economico. Per me almeno ce l’ha eccome. E probabilmente una piccola nicchia di persone che ama uno strumento rimasto per pochi sarà molto propensa a pagare una piccola cifra per averlo, qualunque significato la parola “pagamento” assumerà.

Vuoi i nuovi post ogni venerdì alle 9?

Altro sull’argomento

Lo screenshot è il cookie del futuro

Il tramonto del megabrand e il brodo primordiale dei microbrand

Quanto tempo passiamo sui social e in quali – più qualche considerazione

Pubblicato da

Gianluca Diegoli

Nato davanti alla TV ma con un'esperienza ventennale di management su digital marketing, ecommerce e comunicazione online per le maggiori aziende italiane. Ho creato il progetto di formazione Digital Update con Alessandra Farabegoli e insegno digital marketing all'Università IULM di Milano. Ho scritto Mobile Marketing per Hoepli, Vendere Online per Sole 24 Ore, Social Commerce per Apogeo, e 91 Discutibili Tesi per me stesso.

62 thoughts on “Sui feed RSS — e come continuare a leggere questo blog”

  1. Ne aggiungo uno: usare flipboard su iPad/iPhone (sia per rss che tweet).

    Una app che a mio avviso vale da sola l’ipad.

  2. Ciao. io sono un tuo lettore RSS. sono vero e ho già commentato altre volte. e ti dirò, non ti deve stupire che gli rss portino visite concrete anche se i feed sono completi. io se il post mi interessa ( quasi sempre quindi ;-) ) poi vengo sul blog per vedere anche eventuali commenti.
    il motivo per cui uso i feed è semplice. non devo aprire mille siti ogni giorno dai preferiti del browser per vedere se ci sono news, posso decidere quando leggere e con che priorità, posso dopo averli letti supervelocemente x carpirne il contenuto, rimarcarli come non letti per rileggermeli con calma in altri momenti e per avere una bella suddivisione tra tematiche.
    la mail non la prendo proprio in considerazione, troppo lavoro di raggruppamento, troppo dispersiva (forse se avessi una mail esclusivamente per i feed ma non ho voglia di aprirmene un’ennesima..) x ora sto provando the oldreader, vediamo..
    sul perchè google ci fa questo, hai pienamente ragione. è uno strumento utile, furbo e poco incline alla pubblicità e alle derive stupide cazzeggiatrici, pertanto poco redditizio a livello mainstream. e comprendo google, quello che mi fa un po inczzr è che a me non frega un tubo che ci siano aggiornamenti continui e migliorie, sarebbe bastato lasciare un “serverino” che mantenesse il tutto, abbandonare il progetto ma lasciando girare quel che già c’era e avrebbero fatto felici noi nostalgici fino alla morte naturale del servizio (cioè al nostro abbandono progressivo per qualcos’altro che sarà destinato a nascere nei prossimi mesi o anni..)
    ciao

  3. Sono una lettrice in carne ed ossa, anche io: non ho mai il tempo di commentare, ma ci sono!!!
    Concordo pienamente con quello che ha scritto Davide EquAzioni. Bastava un vecchio server in funzione col vecchio software per farci felici… pazienza… adesso provo Feedly, grazie mille della segnalazione (venerdì scorso, in preda alla disperazione da futuro trapasso del servizio, avevo cominciato a cercare sui siti tecnici qualche informazione su come scriversi da sé il proprio feed reader, ma tanto non avrò mai il tempo di scriverlo, lo so già).
    Buona giornata.

    1. Feedly, ad ora, sincronizza e gestisce le tue sottoscrizioni RSS di Google, quando Reader terminerà il suo mandato, avremo un nostro account Feedly che fungerà da aggregatore RSS ne più ne meno come Reader, importandosi automaticamente tutte le nostre sottoscrizioni. Molto comodo.

  4. Feedly ha un’interfaccia molto bella, concordo; ogni tanto s’accartoccia sulle categorie e letto/non letto, ma con percentuali irilevanti.
    Per iphone/ipad Flipboard resta il migliore, per me.

    :)

    1. Quello io non l’ho mai riscontrato.. piuttosto qualche volta perde il login e occorre riautenticarsi, anche se nella versione iPhone/iPad questo errore è stato da poco definitivamente corretto.

  5. Non solo ti leggo da feed, ma uso ancora un vecchissimo client installato sul pc! :-)

    GoogleReadermimportasega, mi serve solo per alimentare Pulse

  6. Pingback: Perché i feed?
  7. Ciao, sono un lettore via RSS :)

    Uso Feedly da prima dell’annuncio della chiusura di Google Reader, quindi per me non cambia niente. Almeno finché continueranno ad esistere gli RSS, lo trovo ancora il metodo più comodo per seguire i blog che mi interessano.

  8. Anche io ho commentato poche volte, ma sono un vero lettore vero-veramente! E seguo sui feed così posso leggere come e quando mi pare (praticamente durante il pendolarismo, anche se riesco anche dall’ufficio a volte… ma non diciamolo al capo ;) senza rischiare di perdere qualcosa che potrebbe interessarmi.
    Ciao a tutti e grazie ancora gluca!

    1. PS dimenticavo che feedly non è male, come ha detto anche TommasoB, anche io lo uso da parecchio. Però se in futuro le cose volgeranno in peggio allora pagherò per Fever che ho provato ed è una grande soluzione (integrata con Reeder)!

  9. Lettrice da feed, vecchia scuola. Anche se a questo post sono arrivata via twitter: sto cercando di svecchiarmi. ;)
    (Feedly anche per me, una volta che si configura per bene; feedly mini ha già mandato in pensione shareaholic)

  10. Gli rss sono indecentemente comodi: ricordo che quando non li usavo dedicavo il mercoledì mattina a passarmi in rassegna qualche decina di blog. Ed era comunque una palla… Questo é stato il primo “posto” dove ho capito che “oltre” c’era qualcos’altro. Qindi, per quello che vale, sto commento te lo meriti tutto!

  11. Ciao Gianluca, ti leggo regolarmente e solo via feed. Da qualche anno ho lasciato Google Reader per installare tt-rss su un mio server. E’ un feed reader via web, open source, semplice e funzionale.

    Se ci fosse interesse, ovvero sufficienti persone interessate, potrei aprire il servizio al pubblico, sul modello pinboard per esempio.

    1. Io pure:
      a) leggo da feed, perchè è la forma più comoda in assoluto per le informazioni. Leggo i titoli e posso comunque tenere il post da leggere, con un tag o una stellina posso classificare in un secondo, con un clic posso condividere su un mio feed di “articoli interessanti” che altri possono sottoscrivere. Più comodo e social di così…
      b) sono passato, complice la (futura e annunciata) chiusura di GReader, a tt-rss, sfruttando l’hosting che già uso per il blog. E’ comodissimo, semplice da installare ed è MIO (e ha anche app per Android, interfaccia mobile e una community spettacolare.)

  12. Eccone un altro che non si perde un post (anche quello che racconti sui social). Dici bene nel pezzo: gli iscritti al feed sono il vero core business del blog, quelli che leggono interessati e fanno il passaparola. Impensabile che google non lo sappia e che (in futuro) non cerchi di ‘usarci’ con qualche altro loro servizio, che sia G+ o altro.

  13. Prima dici che non sai perché la gente dal feed arrivi al sito e poi ci chiedi di commentare, come possiamo commentare dal feed se non seguendo il link verso il blog? E magari a volte oltre a commentare le persone possono essere interessate alle discussioni che dai post nascono che sono _anche_ (e su questo servirebbe un bel servizio che raccolga tutte le discussioni sorte tramite una certa fonte) sul blog.

  14. Ciao Gianluca, sono un altro tuo seguace RSS: presente! Una cosa straordinaria che mi piaceva di GR era la possibilità di cercare una stringa di testo fra le mie fonti. Ho provato (superficialmente) feedly su chrome, reeder su iphone e mr. reader su ipad e non mi pare che nessuno di questi offra la funzionalità di ricerca. Tu ci hai sicuramente “giocato” più di me… :-) Mi sbaglio?

  15. Ciao, ti seguo da NetNewsWire Lite, che mi va benissimo visto che quando arrivo a 25 feed da seguire comincio a tagliare… Ma [mini]marketing resiste, e resisterà!

  16. eccomi, sono uno dei 1500 che ti legge grazie ai rss, migrato abbastanza felicemente a feedly (nonostante non mi abbia tenuto, solo a me?, gli starred items).
    ciao :)

  17. I feed rss sono indispensabili e insostituibili per chi vuole ricevere gli aggiornamenti da tutti i siti che segue in una sola pagina. Non sono mai stato attirato dai vari servizi cloud based, proprio perchè possono chiudere da un giorno all’altro. L’unico modo per avere la certezza di continuare a leggere gli rss senza problemi è usare un programma che gira sul proprio pc.

  18. Presente! Se chiude davvero google reader (io ci spero ancora, possibile che fra i gli tenti dei feed non ci sia qualche vero influencer in grado di far cambiare questa idea?) necessariamente dovrò dare una sforbiciata alle mie fonti di informazione.

    Facciamo che finiranno cassati il 50% dei siti che adesso seguo via feed, soprattutto quelli piccolini che postavano solo quando avevano qualcosa di intelligente da dire.

    Feedly? Quando mi sono trovato su chrome un plugin installato (eh?) l’ho rimosso. No grazie, cerco qualcosa di più simile al vecchio reader. Ma tanto una volta tolto quel servizio saranno direttamente i feed ad estinguersi.

    1. il plugin è l’unica cosa che mi ha fatto vacillare su feedly. ma è vero anche che the oldreader non ha app mobile.
      verissimo. oltre che per seguire comodamente i blogger più produttivi i feed rss sono fondamentali per quei blog interessanti ma che postano ogni morte di papa. mi sa che dovrò anche io sforbiciarne qualcuno!

  19. Lettore RSS, eccomi!

    Continuerò a leggerti (come per gli altri blog che seguo, come farei senza di voi? :D ) via RSS tramite Feedly o Reeder, le migliori alternative che ho trovato per il dopo Reader :)

  20. grazie dei commenti! siete un pubblico meraviglioso (Elio, cit.) :)
    @marco: feedly ha anche una visualizzazione spartana alla greader, il plugin che male ti fa?
    @matteoc: in effetti non l’ho trovata, ma io uso pinboard per quello. però la capacità di feedly di scoprire rss con contenuti simili è molto superiore a quella del vecchio reader!
    @s. è che ultimamente i commenti erano pochini, quindi… :)

    1. dillo dillo, che è un esperimento. un test per dimostrare che i reader di feed rss sono quelli più fedeli, più attenti e interessati. ma anche spesso quelli piu discreti (quasi dei lurker). ma che ci sono, non sono numeri fittizi e quando toccati nel vivo si fanno sentire!!! ;-))

  21. Caro Diego, nessuno mi ha mai chiamato “lettore da feed” ma a te è concesso tutto ;-)
    Però ne approfitto per darti la mia visione della cosa, dato che ti sei laureato in Bocconi comprendi molto bene il concetto di esternalità di rete. Penso che Google Reader non ce l’abbia, pertanto non portando valore alla piattaforma di Google, l’hanno abbandonato. Intendo la MSP, come intesa qui:(https://en.wikipedia.org/wiki/Two-sided_market)
    In altre parole ogni lettore di feed è solo, non si aggrega agli altri, nonostante il nome di aggregatore ;-)
    Grazie e a presto. @massimochi

  22. Presente! Feed letti da sempre tramite Opera.
    Vantaggi: facilissimo da usare, non dipendi da servizi esterni e hai copia di tutto sul tuo computer. Funziona anche come client mail
    Svantaggi: manca sincronizzazione post letti da diversi device

  23. Secondo me Feedly ha ancora molta strada da fare e l’essere esteticamente bello non è secondo me più importante del fatto che si pianti molto spesso.
    Credo che il periodo di chiusura di Reader non troverà un fornitore di Feed ancora all’altezza del precedente…con conseguenti “smadonnamenti” da parte degli utenti che utilizzano i Feed prioritariamente su PC come me.

  24. Ecco un altro dei tuoi lettori da feed, già passato a feedly.
    Uno dei pochissimi abitanti della riserva indiana che ancora si ostinano ad utilizzare gli rss reader, a quanto pare.

  25. Anche io lettore da feed. Praticamente tutte le mie letture passano attraverso gli RSS, davvero non ho il tempo e la voglia di andare in giro per cercare chi e cosa hanno pubblicato qualcosa di nuovo e interessante. Ti dirò di più, ho praticamente smesso di leggere chi mi dà un feed troncato.

  26. da sempre ti leggo tramite RSS e non cambiero :) il 5% di traffico che ti viene dal RSS e’ per me dovuto a chi come me vuole qualche volta leggere i commenti che possono essere utili

  27. ciao Gianluca,
    esisto e leggo da google reader! (ma ci siamo anche conosciuti, in passato, presso una grande azienda di telecomunicazioni, prima che mi mandassero via, forse perche’ ho fatto conoscere te??? scherzo, ciao)

  28. Concordo con quello che dici e soprattutto: adoro feedly <3 Installato proprio ieri e già mi ci trovo molto meglio rispetto a google reader.
    Ciao :)

  29. Sono un lettore da feed veramente minimale, mi basta il live bookmark di firefox. Mi sono appena iscritto alla email. Ciao.

  30. Esisto davvero e di solito ti leggo via Reeder su iOs [dove però mi manca la condivisione su G+ (eh, sì, uso G+!), per il resto sono molto utili le integrazioni con Buffer e Instapaper].
    Uso anche Feedly da quando è stato presentato in uno speech al Romagnacamp (non vedo l’ora che arrivi l’edizione 2013!).
    A presto,
    Cris aka @cspadoni

  31. Già sai che ti leggo da Google Reader, dal primo giorno. E continuerò finché dura.
    Per il resto, qui si usa Reeder fin dalla prima alfa sfigatissima. E su iPad non ha pari.

  32. Ciao Gianluca, eccomi, un altro utilizzatore di Google Reader. :)
    Sono veramente dispiaciuto di questa decisione presa da Google, un peccato;
    reader, soprattutto da quanto ho un Note e un bel widget in home :) , mi ha reso la lettura dei numerosi blog che seguo molto facile.

    Confido in Feedly…

  33. Anche qui ti si legge da Google Reader!

    Altra interessante funzionalità di Google Reader che mi dispiacerà perdere, deriva dal fatto che avendo la stessa interfaccia di Gmail potevo leggere nei tempi morti a lavoro non facendo trasparire il cazzeggio ai vai boss :D

  34. Anche io sono un feed-lettore. Alla fine reader di G non è bello ma dà (per poco ormai) la possibilità di organizzare gli argomenti e leggerli in un unico stream. Passerò a feedly, ma il vecchio reader, brutto con ux da vecchio web mi mancherà.
    Non mi iscrivo alla newsletter perché selezionare la posta di tutti i centri di informazione, quelli di schifezze sommati alle mail di lavoro e personali mi scoccia. Preferisco un luogo dove se ho voglia ci vado io ;)
    Alb

  35. Primo commento dopo mesi (anni?) che ti seguo da RSS.
    Sono sincero, non ho letto tutti i commenti precedenti, ma i primi già sintetizzano ampiamente i motivi per cui anche io uso i feed:
    Leggo quando volgio (in realtà quando ho tempo), senza aprire tutti i siti a caccia di nuovi contenuti, senza il “rischio” di perdersi qualcosa, mi appunto contenuti per cui rimandare la lettura, tutto in un unico flusso.
    Da quando li ho scoperti sono con Google Reader, mi trasferirò a Feedly. Convincente da web, meno da Android. Dove utilizzo JustReader che mi soddisfa di più.

  36. Lettrice via rss da anni, già migrata a feedly. Vengo sui blog anche con rss completi se il post è lungo e voglio leggerlo con più calma e per vedere i commenti se è interlocutorio. Non capita spessissimo ma capita. Gli rss danno controllo sul flusso di informazione e per me che ho poco tempo è fondamentale, infatti non riesco ad abituarmi davvero a twitter, FB poi sta ai feed come il telegiornale sta al giornale cartaceo. Però capisco google e mi va pure bene che qualcun altro ne raccolga il testimone. E anche noi ti amiamo. :-)

  37. Ciao!
    Mi chiamo Cinzia e lo ammetto… sono una lettrice di Feed!
    Ho talmente tanti interessi che se dovessi fare il giro di tutti i siti che ho tra i preferiti rischierei di rintanarmi in casa per giorni… ma che dico… per mesi!
    Io faccio parte anche del 5% dei lettori che poi visitano anche il blog, lo faccio quando trovo un argomento interessante e, di solito, non mi fermo a sentire solo l’opinione del blogger, mi piace anche leggere i commenti,vedere come si sviluppa l’argomento attraverso punti di vista differenti… però lo confesso…. se nel post non c’era la frase “dai, per una volta, commenta qui sotto, se esisti davvero, lettore da feed” non mi sarei mai fermata a commentare!

  38. Sono anch’io un lettore RSS. :)))

    Oltre a farti i complimenti per il servizio che presti, ti ringrazio per la spiegazione sui motivi del perché Big G ha lasciato il mondo RSS. Ora mi chiedo, se l’abbandono di Google segnerà le sorti di questo protocollo?

I commenti sono chiusi.