Sette idee dall’Alsazia e dintorni – Il marketing insegnato (d)ai negozianti

1) Ogni negozio (anche online) è sempre meno assortimento, e sempre più intrattenimento. A Friburgo puoi giocare a calcio balilla gratis.

Post by Gianluca Diegoli.

2) A Strasburgo la stampa locale prende molto sul serio la sharing economy (noleggio di auto tra privati, in questo caso). Non riesco a immaginare un articolo simile sul Carlino Ferrara.

Post by Gianluca Diegoli.

3) Vi prego, vi prego, vi prego, vogliamo Nordsee in Italia! Mettete like per la petizione, che poi manderò via fax all’headquarter di Nordsee.

Post by Gianluca Diegoli.

4) Ma soprattutto, a Friburgo, hanno scoperto un utilizzo per i bistrattati QR-code.

Post by Gianluca Diegoli.

5) Vicino a Lorrach, in Germania, hanno scoperto come usare le scale mobili per aumentare il ROI del negozio (poi qualcuno mi ha detto che in Italia l’hanno già fatto)

6) A Weil, esiste un’azienda (vitra.com) che ha trasformato lo showroom in un museo del design (o viceversa). Funziona benissimo: ancora, meno assortimento, più intrattenimento. È Fab.com in the real life, e il negozio interno vende oggetti bellissimi. Tra cui il working sofa.

7) E in Alsazia, c’è spesso la raccolta libera di fragole. Nel senso che te le raccogli tu e poi paghi alle cassa (o a volte lasci i soldi nella cassetta). In Italia, dice giustamente @maxkava, te le mangerebbero prima di uscire.

Vuoi i nuovi post ogni venerdì alle 9?

Altro sull’argomento

 Fare e-commerce attorno al cliente

10 consigli di buon senso su come gestire una pagina Facebook

L’era dei monopoli – Un keynote a BTO 2017 e i link per capire il futuro

Pubblicato da

Gianluca Diegoli

Nato davanti alla TV ma con un'esperienza ventennale di management su digital marketing, ecommerce e comunicazione online per le maggiori aziende italiane. Ho creato il progetto di formazione Digital Update con Alessandra Farabegoli e insegno digital marketing all'Università IULM di Milano. Ho scritto Mobile Marketing per Hoepli, Vendere Online per Sole 24 Ore, Social Commerce per Apogeo, e 91 Discutibili Tesi per me stesso.

2 thoughts on “Sette idee dall’Alsazia e dintorni – Il marketing insegnato (d)ai negozianti”

  1. Caro, mi risulta che Nordsee (che dio li benedica) abbia già un progetto di espansione in Italia (del nord presumo, provare ad aprire a Bari o Livorno sarebbe pura follia, li annienterebbero in un secondo). Di recente il loro menù si è arricchito di prodotti con nome italiano, non so se perchè il cibo italiano ha di solito grande appeal all’estero (non parlo di bestemmie del tipo fettucini bolognesa o casata napolitana eh!) o altro. Ad ogni modo, chi vivrà vedrà!
    Saluti.

  2. Il calcio balilla c’è anche nella filiale Unicredit di piazza Cordusio ma non credo che in cassa ti diano le palline…

I commenti sono chiusi.