Processo di acquisto (della lavatrice) nel 2007

Che poi se fossi il Product Manager della lavatrice, sarei disperato. Il processo è veramente ingovernabile, e forse anche non sviscerabile con metriche tradizionali. Forse tanto vale fare ottime lavatrici, e lasciar perdere il resto.

PS: per completezza di cronaca, la lavatrice è stata poi acquistata dall’installatore locale, per dire che per chi è piccolo ma lavora accuratamente, fornisce assistenza e non applica sovrapprezzi assurdi al prezzo medio di vendita (deciso dal web), la rete non è necessariamente nemica.

PS2: è inutile fare pubblicità di lavatrici, ma si era capito di già. Però quella con i New Order era ben riuscita.

Vuoi i nuovi post ogni venerdì alle 9?

Altro sull’argomento

Il digital marketing dell’arredamento, da Raffaella Carrà agli influencer

Il percorso dei contenuti dell’ecommerce verso la vendita online

La content strategy per l’ecommerce – in sintesi

Pubblicato da

Gianluca Diegoli

Nato davanti alla TV ma con un'esperienza ventennale di management su digital marketing, ecommerce e comunicazione online per le maggiori aziende italiane. Ho creato il progetto di formazione Digital Update con Alessandra Farabegoli e insegno digital marketing all'Università IULM di Milano. Ho scritto Mobile Marketing per Hoepli, Vendere Online per Sole 24 Ore, Social Commerce per Apogeo, e 91 Discutibili Tesi per me stesso.