fbpx Scroll to top
  • Marketing e interazioni tra persone e aziende, dal 2004

Il marketing della parrocchia

22112008(001)

Ehi, ci manca solo la formula per calcolare il ritorno sull’investimento (ROI), il TAG e il TAEN: il copy deve essere lo stesso di Bloomberg TV. Per di più in un banner, con foto da stock.

Ma come? Proprio la chiesa cattolica che anticipò il Buzzparadise (pensate al grande sampling della moltiplicazione dei pani e dei pesci, o della trasformazione dell’acqua in vino), e che creò il grande street marketing di Lazzaro (“alzati e cammina!” “oh! ehi, grande installazione, grande buzz, amico!”), e che sfruttò la teoria degli influencer e del viral marketing con la nomina degli apostoli (“andate e diffondete il mio vangelo!”) e addirittura inventò il primo servizio in beta privata e con inviti limitati, millenni prima di Google e del 2.0 (cosa erano, se non quello, le riunioni nelle catacombe?), ebbene, la stessa organizzazione, perché ora è così conservativa nel pubblicizzare i propri servizi?

Perché tutti i brand, con il passare del tempo, passano dalla fede dinamica alle regole statiche. Ed è in quel momento che il mercato inizia a cercare una nuova fede. E invece di capire le proprie origini, il brand solitamente dà la colpa alla scarsa visibilità o alla pubblicità della concorrenza – ma la fede non si conquista con la pubblicità.


Puoi leggere anche