L’inesorabile percorso dei media

Mentre rileggevo l’ultimo episodio della trilogia de LaFra, dedicato alla digitalizzazione dei media, ho pensato di creare uno schemino, molto criptico, che sembra indicare un percorso obbligato e inesorabile di tutti i mezzi di comunicazione più o meno di massa, al crescere della capacità delle persone di utilizzare al meglio i propri filtri. Ma è proprio così?

Esempio: il giornale diventa portale, poi diventa Google News (cerchi ciò che vuoi e il portale lo montano gli altri), poi diventa Google Reader (le fonti RSS le scegli tu, e poi scegli anche le tag all’interno delle singole fonti, attraverso filtri alla Technorati), poi diventa Facebook o FriendFeed (le notizie, te le raccontano direttamente i tuoi amici)

PS: ho proposto a LaFra di fare un PDF scaricabile del suo trittico di post. Se lo fa, ha detto che usa l’immagine come copertina :)

Vuoi i nuovi post ogni venerdì alle 9?

Altro sull’argomento

Il tramonto del megabrand e il brodo primordiale dei microbrand

Una ricerca di mercato per l’ecommerce, a costo zero

Un canvas per contenuti e advertising: AdContent Canvas

Pubblicato da

Gianluca Diegoli

Nato davanti alla TV ma con un'esperienza ventennale di management su digital marketing, ecommerce e comunicazione online per le maggiori aziende italiane. Ho creato il progetto di formazione Digital Update con Alessandra Farabegoli e insegno digital marketing all'Università IULM di Milano. Ho scritto Mobile Marketing per Hoepli, Vendere Online per Sole 24 Ore, Social Commerce per Apogeo, e 91 Discutibili Tesi per me stesso.