Addio Tre, tra noi è finita (ma non era mica vero)

Questo era un post in bozza da un anno, scritto un anno fa. Alla fine del post scoprirai perché, se ne hai voglia (è un po’ lungo).

——

Sono sempre stato un cliente soddisfatto di Tre (detta anche H3G, d’ora in poi, 3). Da ottobre in poi, qualcosa deve essere successo nella congiunzione astrale del nostro amore.

Primo episodio: “blocco contratto per mancato passaggio carta”.

In pratica significa che anche se tu paghi con carta di credito (ovviamente puntualmente) e da almeno tre anni, può succedere che la carta per qualche motivo sconosciuto non paghi la 3. E il gestore che fa? Avvisa, con lettera cartacea che ovviamente arriva in ritardo, dieci giorni dopo la spedizione. Cosa succede?

– giorno 10: telefonata, tutto ok, la richiamiamo per sistemare
– giorno 11: telefono muto
– giorno 12: 133 non disponibile, deviato su tel recupero crediti. Ma il recup crediti non risponde, al sabato è chiuso
– giorno 13: scrivo via web, nessuno mi richiama
– disperato, vado per vie amicali (ah, questi pseudo-influencer)
– giorno 2o: mi chiamano che mi faranno — per farsi perdonare — offerta speciale per rinnovo del ctr
– Offerta: iphone 4s a 99 euro
– “ma i tempi?”
– “immediati”
– “sicuri?”
– “sì”
– “sicuri sicuri?”
– “sì. ecc ecc”
– “ma non sono mai a casa”
– “deve ritirarlo di persona, ma non si preoccupi, la avvisiamo per tempo prima, abbiamo un corriere solo per noi per assicurare le consegne!”
– “max 5-10gg?”
– “menoooo”
– “ok”
– giorno 35 “ma allora?”
– “lieve ritardo”
– “ok”
– giorno 50 “ma allora?”
– “eh problemi di disponibilità”
– “argh! grrr!”
– giorno 60, finalmente fisso appuntamento per la consegna: non si presenta nessuno. stragrrr!
– giorno 61: vado di twitter, gentili, ma fanno solo da passacarte. non si risolve niente.
– giorno 62: il numero del “corriere speciale” è sempre occupato, dopo 20 minuti cade sempre la linea. nemmeno l’operatore 3 non ha una linea diretta, dice, serve solo provare e riprovare.
– giorno 65: mi arriva sms di consegna: è lunedì.

– giorno 68: ancora nessuno, ho atteso tre gg “vicino” a casa, pronto eventualmente a ritirare. chiamo il corriere 3 per saper il giorno preciso: impossibile parlare con qualcuno

– giorno 69: giovedì sono fuori e passano, senza preavviso. chiamo il corriere, mi accordo per il giorno dopo per le 16. passano alle 13. ovviamente non ci sono.
– giorno 70: chiamo 3, sono passati 2 mesi, è natale. “durante le vacanze non consegnamo.”
– giorno 71: vado alla coop, compro il telefono, passo tutto a TIM. ricaricabile, 10 euro di internet al mese, 15 cent minuto a tariffazione al secondo. se avete mai lavorato in una telco, sapreste che la tariffazione al secondo e non la tariffa è il trucco per risparmiare. due anni di raddoppio ricariche.

– giorno 75: sono per sempre libero da 3

Ho sempre tenuto per Davide e non per Golia, ma il troppo è troppo. la tragedia vera è che le telco hanno tutte queste persone gentili intrappolate in un meccanismo infernale e ingovernabile, che produce insoddisfazione e caos.

——-

Perché poi non l’ho mai pubblicato? Forse perché in 3 le persone erano state davvero gentili. Solo il mostro era più grande di loro, ed è dentro di loro. Forse perché sono stanco di lamentazioni, non so.

Lo ripubblico ora perché dopo un anno, alla scadenza del primo anno di promo, in cui poi il raddoppio delle ricariche era soggetto a un minimo mensile (ovviamente non mi era stato detto), sono ripassato a 3, nonostante l’ottimo customer care di TIM e perché TIM non riusciva a aumentarmi la ridicola quota settimanale di 250 MB di internet. E manco mi ricordavo di questa bozza.

Qual è la morale triste di questo post? Abbiamo i prodotti che ci meritiamo. Non puniamo abbastanza i disservizi. Dimentichiamo molto presto. Ci lamentiamo del customer care, ma poi scegliamo sempre il prodotto solo sulla base del costo. E il basso costo è sempre basso servizio, non si scappa. Ci lamentiamo dell’inquinamento, ma non facciamo caso alla sostenibilità dei prodotti.

L’acquisto è l’unica vera forma di voto che ci è rimasta. Ma purtroppo, spesso, Ci Meritiamo Tutto (cit.).

Vuoi i nuovi post ogni venerdì alle 9?

Altro sull’argomento

L’inferno dantesco del digital marketing in 9 comodi cerchi e gironi

Cosa cambia se il social object diventa mobile

Pagare bene, per Facebook – e smettere di lamentarsi

Pubblicato da

Gianluca Diegoli

Nato davanti alla TV ma con un'esperienza ventennale di management su digital marketing, ecommerce e comunicazione online per le maggiori aziende italiane. Ho creato il progetto di formazione Digital Update con Alessandra Farabegoli e insegno digital marketing all'Università IULM di Milano. Ho scritto Mobile Marketing per Hoepli, Vendere Online per Sole 24 Ore, Social Commerce per Apogeo, e 91 Discutibili Tesi per me stesso.

10 thoughts on “Addio Tre, tra noi è finita (ma non era mica vero)”

  1. A settembre è successa anche a me quella cosa della carta di credito, la vecchia era scaduta e io avevo scordato di attivare la nuova. Anche a me la lettera è arrivata in ritardo e la linea mi è stata staccata però ho risolto tutto online senza parlare con nessun operatore in 24 ore.

  2. Non sono molto d’accordo sul punto in cui dici “il basso costo è sempre basso servizio”. In realtà nella fattispecie degli operatori telefonici, la situazione italiana è paradossale, perché abbiamo i costi tra i più alti del mondo, mentre il customer care è vergognoso e c’è una mancanza di trasparenza spaventosa.

  3. Disavventure comuni a molti, specie con il servizio clienti 3. Ma oltre alla scelta di cambiare operatore (doverosa), è possibile citare questi furbetti presso il Corecom- Fatto già più volte ed ogni volta mi hanno dato ragione, rimborsato i disservizi e pagato i danni !

  4. Confermo la triste propensione a ricadere negli stessi errori. I clienti che si lamentano dei disservizi di Groupon, sono gli stessi che leggono la loro newsletter come prima cosa. Tutti a chiedere lo sconto, così per sport, chè se compri senza sconto sei uno sfigato.
    E le aziende? Vogliono stare sui social media ma poi il servizio clienti rimane sempre un centro di costo.
    Tutti a parlare di qualità e di innovazione e poi è il prezzo, maledetto prezzo!, la leva che tutti usano perchè creare prodotti e servizi unici in un’economia depressa come questa è davvero difficile.
    E se ci cade Gianluca figuriamoci la casaliga di Voghera.

  5. Spero che Gianluca riconosca e rammenti tutta l’assistenza che, come #SocialCare3, ho cercato costantemente e per quanto possibile in real time di dargli. In rispetto a ciò, sono certa che ne terrà conto. Sempre a disposizione Sua e Vostra :)

  6. Nel caso della telefonia, di operatori reali ce ne sono quattro, e di virtuali, boh, tre? Alla fine si ritorna prima o poi al primo operatore.
    Io ho fatto Wind, Tim e 3… mi manca solo vodafone e poi devo passare ai virtuali.

I commenti sono chiusi.