fbpx Scroll to top
  • Marketing e interazioni tra persone e aziende, dal 2004

Marketing del pesce rosso

Era da un po’ che non intervistavo [mini]pentiti sulle loro pratiche di evil marketing utilizzate per sostenere le loro piccole attività. Oggi si parla del pesce rosso e dei loro psicopatici padroni.
Se il vostro cliente entra e dice “Il mio pesce rosso non mi sembra più molto rosso…” avete a disposizione una risposta sbagliata, “I pesci rossi non sono veramente rossi, quindi scoloriscono man mano che il colorante con cui sono stati allevati svanisce. Si metta l’animo in pace.”, oppure una risposta corretta, “è un problema di vitamine. Provi questo ricostituente.”
Ovviamente dopo un po’ tornerà con aria preoccupata “Non funziona, cosa posso fare?”
Voi risponderete “è colpa del cloro, usi questo filtro/polvere/additivo per l’acqua”.
Se invece la frase di partenza dell’avventore è “I miei pesci rossi non si riproducono”, voi potreste erratamente rispondere “i pesci rossi maschi e femmina sono indistinguibili. Faccia un PACS e si metta l’animo in pace.” e invece voi risponderete “è un problema di privacy. Prenda questo acquario con alcova segreta, vedrà.”
Se ribatte con un “Ma i miei pesci sono nella vasca in giardino.” allora voi direte “Allora è sicuramente colpa dei rospi. Mangiano le uova. Provi questo spray per il contorno vasca.”

Puoi leggere anche

7 commenti

  1. Baffo/

    Splendido!!! Sei sempre un mito…
    A presto, Baffo/

  2. Se, invece, il cliente entra e dice: I miei pesci rossi sembrano un pò addormentati; voi gli risponderete prenda questo speciale composto di vitamine, minerali ed aminoacidi e provi a posizionare nell’angolo alto sinistro dell’acquario questa speciale lampada con luce ad ioni rivitalizzanti.
    Un abbraccio.
    Pier Luca Santoro

  3. ad averlo saputo 10 anni fa… cmq la quella dell’alcova merita!

  4. Direi che il [mini]venditore di pesci rossi è una perfetta metafora del [mega]account della [mega]agenzia eheheh

  5. edoardo

    fantastico