Il marketing insegnato (d)ai negozianti – sogni e bisogni

Di solito non dò spazio ai sequel nella rubrica — il nostro era già stato protagonista in passato — ma questo caso è unico e paradigmatico. In concomitanza con l’arrivo su iPad della stampa locale (qui, il giornale transgenico che risponde al nome de Il Giorno-Carlino-Nazione) è arrivata anche la pubblicità locale. E allora, quale cortocircuito passato-futuro potrebbe essere più drammatico della saga sulla fusione di cessi e caminetti in mobilità sulla tavoletta (ehm) che salverà l’editoria? Chicca finale: in questa nuova versione hanno assunto anche il copy — quello che ha tirato fuori dal cilindro il colpo assoluto “Sogni e bisogni”.

(qualcuno mi ha detto che è troppo forte per una home page e per il cuore di Steve Jobs, quindi a vostro rischio e pericolo cliccate sul Continua a leggere per saltare di là e vedere)

Vuoi i nuovi post ogni venerdì alle 9?

Altro sull’argomento

Amazon, la conquista del mondo e la fase due dell’ecommerce

Amazon fa paura alla grande distribuzione?

La rivincita dell’offline e i momenti hair on fire

Pubblicato da

Gianluca Diegoli

Nato davanti alla TV ma con un'esperienza ventennale di management su digital marketing, ecommerce e comunicazione online per le maggiori aziende italiane. Ho creato il progetto di formazione Digital Update con Alessandra Farabegoli e insegno digital marketing all'Università IULM di Milano. Ho scritto Mobile Marketing per Hoepli, Vendere Online per Sole 24 Ore, Social Commerce per Apogeo, e 91 Discutibili Tesi per me stesso.

3 thoughts on “Il marketing insegnato (d)ai negozianti – sogni e bisogni”

I commenti sono chiusi.