fbpx Scroll to top
  • Marketing e interazioni tra persone e aziende, dal 2004

Un template per progettare contenuti e advertising: Adcontent Canvas

Da qualche tempo spiego che dividere advertising e contenuto non ha più senso. Non ha senso nei social, gestendo separatamente organico e no, e tra piano editoriale e post di vendita.

Non ha senso nel contenuto in generale, in cui questo deve lavorare per filtrare e creare migliori clienti possibili, e deve essere promosso sulle giuste audience per ottenere risultati. Aspettare dopo aver creato il contenuto che qualcuno lo trovi, nel 2018, significa prepararsi a una lunga attesa.

Deve essere creato già con la funzione che deve espletare nel marketing (non nel digital marketing, proprio nel marketing!)

Volevo regalarvi un canvas che uso spesso in workshop per generare e mettere assieme idee,  far ragionare su questi temi. Prende in considerazione diverse fasi di maturità del (non)cliente, il tipo di contenuto, la frequenza, i dati utilizzabili per promuovere i contenuti, e il concetto fondamentale che per attrarre gli sconosciuti devi essere tu a offrire qualcosa per primo, mentre per attrarre quelli che sono pronti ad acquistare devi presentargli qualcosa che sembri fatto apposta per loro.

La tipologia di contenuti Hero, Hub, Help è stata inventata da Google per YouTube qualche anno fa. Halt me lo sono inventato io per mantenere le tre H. Ma del resto Google prima di Help aveva pensato a Hygiene — e no, non sto scherzando.

Se non è chiaro o volete discuterne, sotto ci sono i commenti.

Adcontent Canvas in PDF

Qui tutti i canvas che uso

Puoi leggere anche